AGP
porta grafica accelerata (Accelerated Graphics Port)

Una tecnologia resa disponibile da Intel alla fine del 1997 che consente una comunicazione veloce e diretta tra l’acceleratore grafico e la RAM di sistema al fine di utilizzare una porzione di quest’ultima per contenere informazioni video.
Alt
tasto alternativo (alternative)

Uno dei tasti di controllo primari della tastiera di qualsiasi personal computer. Si trova immediatamente alla sinistra della barra spaziatrice e la sua funzione primaria consiste nell’aprire i menu. Lo si riconosce dalle lettere Alt stampigliate sulla sua superficie.
Alt Gr
tasto di selezione alternativa grafica (alternative graphic)

Un tasto di controllo posizionato immediatamente a destra della barra spaziatrice e usato per modificare il significato di alcuni tasti così da produrre simboli di uso comune, ma non frequente, come ad esempio il simbolo di cancelletto (#) o la chiocciolina (@)
ANSI
American National Standards Institute

Creato nel 1918 con sede a New York (1430 Broadway) questo istituto privato senza fini di lucro raccoglie oltre 1300 aziende (tra cui tutti i principali fornitori di personal computer) che cooperano alla definizione e alla pubblicazione di standard facoltativi per il mondo dell’informatica e delle comunicazioni.
ARPA
ente di ricerca per i progetti avanzati (Advanced Research Projects Agency)

Un ente creato alla fine degli anni Sessanta dal Dipartimento della Difesa statunitense per finanziare la ricerca su nuove tecniche di comunicazione che favorissero la collaborazione tecnologica e scientifica tra università e centri di ricerca. Proprio da ARPA nacque ARPANET, che come saprete fu la mamma di Internet.
ASCII
codice standard americano per lo scambio d’informazioni (American Standard Code for Information Interchange)

Pronunciato "askii" oppure "ascii" questo termine identifica uno standard di codifica che riunisce 128 caratteri numerati da 0 a 127 e comprende numeri, segni di punteggiatura, lettere e codici di controllo speciali come quello che identifica la fine di una riga, la fine di un file oppure il ritorno a capo. La lettera A, ad esempio, è rappresentata dal numero 65.
BASIC
codice d’istruzioni simbolico di uso generico per principianti (Beginners All-purpose Symbolic Instruction Code)

Uno dei più semplici linguaggi di programmazione, sviluppato nella metà degli anni Sessanta per applicazioni interattive. La sua facilità di apprendimento lo ha reso il più diffuso sistema di programmazione su personal computer.
BBS
letteralmente "bacheca elettronica" (Bulletin Board System)

Un termine che identifica i sistemi online a cui ci si collega via modem per prelevare software gratuito, per lasciare messaggi destinati ad altri utenti e per scambiare informazioni. Le BBS hanno raggiunto la massima proliferazione durante lo scorso decennio con l’arrivo di PC e di modem a basso costo.
BIOS
sistema fondamentale di input/output (Basic Input/Output System)

Pronunciato "bios" oppure "baios". Raccoglie una serie di routine software di basso livello (funzioni di base) che i programmi applicativi e il sistema operativo sfruttano per interagire con l’hardware della macchina.
BMP
mappa di bit (Bit Map)

Un formato utilizzato da Windows e OS/2 per rappresentare le immagini come un insieme di punti. Può essere dipendente o indipendente dal tipo di dispositivo utilizzato per visualizzarlo. I file Bit Map sono codificati in modo da essere traducibili nei diversi formati richiesti dal particolare dispositivo di visualizzazione o di stampa.
bps
bit per secondo (bit per second)

Unità di misura utilizzata nella trasmissione di dati che indica quanti bit (cifra binaria) vengono trasmessi in un secondo.
CD-DA
compact disc-audio digitale (Compact Disc-Digital Audio)

Si tratta del formato utilizzato comunemente per i CD audio musicali. I dischi CD-DA sono registrati seguendo lo standard Red Book definito da Philips e da Sony. I file musicali sono campionati alla frequenza di 44,1 KHz (si preleva un campione ogni due centimillesimi di secondo) e codificati a 16 bit (a ciascun punto campionato si può assegnare un valore preso da 16 possibili) e si ottiene una resa qualitativamente ottima. Un minuto di musica occupa circa 10 MByte di spazio sul disco.
CD-I
compact disc interattivo (Compact Disc-Interactive)

Un formato progettato da Philips e Sony per le applicazioni multimediali di carattere domestico e capace di registrare dati, audio, immagini video e grafica animata. Il CD-I non è mai davvero decollato ed è diventato definitivamente obsoleto con l’arrivo del DVD, che consente di registrare molte più informazioni e quindi di avere filmati di alta qualità.
CD-R
compact disc-registrabile (CD-Recordable)

Una tecnologia definita nel 1988 che consente di registrare file in modo permanente su un compact disc vergine. Viene usata per generare CD con contenuto proprio oppure per creare copie di CD già esistenti. I dischi così generati possono essere letti con un qualsiasi lettore di CD-ROM e non possono più essere modificati.
CD-ROM
memoria a sola lettura su disco compatto (Compact Disc-Read Only Memory)

Un disco del diametro di 12 centimetri che memorizza le informazioni in modo permanente su uno strato metallico leggibile mediante raggio laser. Il sottile foglio metallico è racchiuso tra due dischi di plastica trasparente, così da conferirgli rigidità e al tempo stesso permettere il passaggio della luce di cui è composto il raggio di lettura. Questi dischi contengono dati, suono (anche nella forma di brani musicali), immagini e filmati video.
CD-ROM XA
memoria a sola lettura su disco compatto con architettura estesa (Compact Disc-Read Only Memory eXtended Architecture)

Il formato XA è un’estensione che nel 1988 Philips ha apportato a quello già esistente dei CD-R. Sostanzialmente aggiunge funzioni specifiche per la registrazione di CD-R, che grazie a questo nuovo formato possono essere realizzati in multisessione e cioè registrabili in porzioni di dimensioni variabili e diluite nel tempo.
CD-RW
compact disc-riscrivibile (Compact Disc-ReWritable)

E’ un nuovo tipo di CD che può essere scritto e riscritto fino a 1.000 volte. Per poter utilizzare questi supporti, decisamente più cari dei comuni CD-R, è necessario un masterizzatore che sia in grado di scrivere, di riscrivere e quindi sempre tramite laser di cancellare il contenuto del disco.
CPU
unità di elaborazione centrale (Central Processing Unit)

La CPU o microprocessore costituisce il cuore della capacità elaborativa di un computer. I maggiori costruttori di CPU al mondo sono: Intel, AMD, IBM, Cyrix, Motorola. La CPU, che è quindi il cervello di un computer è uno dei componenti più costosi e può incidere fino al 50% del suo prezzo.
Ctrl
controllo (control)

Il tasto di controllo si trova su entrambi i lati della barra spaziatrice e la sua funzione consiste nel modificare il significato degli altri tasti così da traformarli in pulsanti di controllo per una particolare operazione. Ad esempio, Control abbinato alla lettera C, nella quasi totalità dei programmi attiva gli appunti, Control+Z l’annullamento, Control+S il salvataggio e così via.
DAT
nastro audio digitale (Digital Audio Tape)

Il DAT è un tipo di nastro utilizzato nel mondo dell’alta fedeltà per la registrazione digitale del suono con qualità paragonabile a quella di un CD. Questa cassetta della grandezza di pochi centimetri viene utilizzata anche nell’informatica soprattutto per l’archiviazione aziendale di grandi quantità di dati.
DLL
libreria a collegamento dinamico (Dynamic Link Library)

Un tipo speciale di programma Windows che contiene funzioni e risorse che possono essere utilizzate da altri programmi. Il vantaggio di essere condivise da più programmi, si trasforma però in un problema nel momento in cui nella disinstallazione di un programma vengono eliminate quelle DLL che sono necessarie per il funzionamento di un programma che le condivideva.
DMA-33
accesso diretto alla memoria a 33 MByte/sec (Direct Memory Access 33)

Una delle modalità DMA di trasferimento diretto di dati tra disco e memoria centrale senza l’intervento della CPU. Viene utilizzata sui dischi a standard ATA-4 alias Ultra ATA per raggiungere una velocità di trasferimento di 33 MByte/sec.
DOS
sistema operativo su disco (Disk Operating System)

Nella versione PC DOS (IBM), MS DOS (Microsoft) e DR DOS (Digital Reserach - Novell) questo è stato il principale sistema operativo per personal computer con processore Intel fino alla fine degli anni Ottanta. Le versioni più recenti solo la 6.22 di Microsoft e la 7.0 di IBM. Il nome è tuttavia un marchio registrato di IBM e risale, pensate: al 1977.
dpi
punti per pollice (dots per inch)

E’ a misura utilizzata per indicare la risoluzione delle immagini prodotte a video oppure in stampa e delle immagini riprese da uno scanner. Nelle stampanti laser e a getto d’inchiostro, indica il numero di punti di toner oppure di gocce d’inchiostro depositati in orizzontale oppure in verticale nello spazio di un pollice. L’aumento dei punti per pollici corrisponde ovviamente ad un miglioramento della qualità.
DVD
disco per video digitale oppure disco digitale versatile (Digital Video Disc o Digital Versatile Disc)

Uno standard per dischi ad alta densità che hanno lo stesso diametro dei CD-ROM tradizionali, ma che hanno capacità molto superiori, sufficienti a registrare un intero film. Viene usato come sistema di registrazione per video e audio di alta qualità, oltre che per informazioni digitali di qualsiasi genere. Come risultato il DVD consente di scrivere sue due facce e due livelli fornendo capacità variabili da 4,7 a 17 GByte per disco e garantendo la compatibilità con tutti i CD-ROM attualmente in circolazione.
DVD-R
disco per video digitale-registrabile (Digital Video Disc-Recordable)

Una particolare versione di DVD vergine in cui l’utente può registrare le proprie informazioni usando particolari unità di masterizzazione. Si tratta di una tecnologia simile a quella dei CD-ROM scrivibili (CD-R), ma le informazioni in questo caso vengono registrate in uno spazio molto più condensato fornendo una capacità di 3,95 oppure 7,9 GByte a seconda che si utilizzi un solo lato oppure entrambi i lati del disco. Presto disponibili anche i DVD scrivibili con una capacità di 4,7 GByte per lato.
DVD-ROM
memoria a sola lettura su disco ottico per video digitale (Digital Video Disc Read Only Memory)

Un disco ottico ad alta capacità che può solo essere utilizzato in lettura. Contiene solitamente film registrati da case cinematografiche, musica prodotta da case discografiche oppure altre informazioni di tipo digitale. Il formato DVD video è quello che per il momento sta trainando il mercato e che si pensa in pochi anni possa sostituire quello dei videoregistratori e delle videocassette.
DVD-Video
disco per video digitale con registrazione video

Una disco ottico a sola lettura di tipo DVD che contiene un film completo in versione compressa con MPEG-2. Rappresenta l’equivalente digitale di una videocassetta. Richiede l’impiego di un DVD-Video player, o in alternativa è possibile utilizzare un lettore di DVD-ROM montato su personal computer abbinato a funzioni di decompressione MPEG-2.

Attualmente il costo un film in formato DVD è di circa 45 mila lire.

e-mail
posta elettronica (electronic mail)

Un sistema di comunicazione elettronica mediante computer, attraverso il quale è possibile inviare e ricevere messaggi postali con eventuali file allegati. Nel mondo Internet è possibile percorrere distanze enormi in pochi secondi al costo di una telefonata urbana. Un esempio d’indirizzo è max@società.it. Tutti i fornitori di accesso a Internet offrono, come parte della quota di abbonamento, la creazione di una casella postale personale sul loro server di posta elettronica.
EIDE
disco con elettronica di controllo integrata e migliorata (Enhanced Integrated Device Electronics oppure Enhanced Intelligent Drive Electronics)

E’ uno standard presente sulla quasi totalità dei PC sul mercato, dedicato principalmente a dischi fissi e lettori CDROM. E’ una versione migliorata dell’interfaccia IDE per le unità a disco, che porta la dimensione del disco rigido oltre il precedente limite di 504 MByte per arrivare fino a 8,4 GByte; inoltre ha aumentato abbondantemente la velocità massima di trasferimento portandola 33 MByte al secondo.
Enhanced CD-ROM
CD-ROM migliorato

Un CDROM multisessione (masterizzato a più riprese) contenente una o più tracce audio nella prima sessione e una traccia dati nella seconda. Può essere letto da un normale riproduttore hi-fi, nel qual caso la traccia dati rimarra invisibile, oppure da un computer che riprodurrà l’audio visualizzando al contempo le informazioni contenute nella seconda traccia.
ETACS
sistema di comunicazione ad accesso totale, esteso (Extended Total Access Communication System)

È lo standard che regola il funzionamento dei telefonini cellulari analogici impiegati in Europa. Costituisce un’evoluzione della tecnologia TACS originale che prevedeva fino a un massimo di 1000 canali nella banda compresa tra gli 890 e i 960 MHz. Con ETACS si arriva a 1.320 canali nella banda compresa tra gli 872 e i 950 MHz. La prima rete TACS entrò in funzione in Gran Bretagna nel 1985 partendo dalle specifiche di una tecnologia americana chiamata AMPS.
FAT
tabella di allocazione dei file (File Allocation Table)

E’ la struttura logica gestita dal sistema in cui viene memorizzata la posizione occupata da ogni file sul disco fisso o su un qualsiasi supporto di massa.

Esistono due tipi di FAT: a 16 e a 32 bit, quest’ultima viene utilizzata da i più recenti sistemi operativi Win95 e Win98.

FAT32
tabella di allocazione dei file a 32 bit (File Allocation Table32)

La nuova versione di FAT che Windows 95 e Windows 98 utilizzano per creare cluster sui dischi di dimensioni ridotte rispetto al vecchio sistema, in modo da limitare lo spreco costituito da cluster semivuoti.

Per capire il concetto occorre paragonare un cluster a un contenitore e un file al volume di un liquido qualsiasi. Se immaginate di dover decidere di disporre 10 litri di acqua in bottiglie da un litro e mezzo oppure in secchi da 8 litri è logico pensare alle bottiglie. Conclusione: quanto più è piccolo il cluster, quanto più sarà possibile ridurre gli sprechi di spazio.

fps
fotogrammi al secondo (frames per second)

Indica il numero di fotogrammi generati in un secondo. Fornisce un’indicazione sulle prestazioni dell’acceleratore grafico: valori accettabili non dovrebbero essere inferiori a 20-30 fotogrammi. Nella videoconferenza su internet si può scendere anche a meno di 10 fps fotogrammi per secondo.
FTP
protocollo o programma di trasferimento file (File Transfer Protocol o File Transfer Program)

Un insieme di regole per inviare e ricevere file da server remoti collegati in Internet. I programmi di FTP più celebri sono Cute FTP e Ace FTP che servono appunto per scaricare uno o più file sul proprio computer prelevandolo da un sito Internet.
GIF
formato d’interscambio per la grafica (Graphics Interchange Format)

Un formato per comprimere e registrare su disco immagini di tipo bitmap particolarmente diffuso nel mondo delle BBS e su Internet ed è stato sviluppato originariamente da CompuServe nel 1987. La compressione viene eseguita per mezzo di uno speciale algoritmo matematico chiamato LZW che riunisce diverse formule matematiche la cui applicazione produce un fattore di compressione che varia da 1,5:1 a 2:1.
GSM
sistema globale per le comunicazioni mobili (Groupe Speciale Mobile oppure Global System for Mobile communications)

È lo standard per le comunicazioni cellulari digitali diffuso ormai in tutto il mondo. Ciascun utente viene identificato da una speciale schedina inserita nel telefonino chiamata Subscriber Identity Module (SIM I veri vantaggi del GSM sono dati dalla trasmissione in digitale, che può offrire agli utenti una serie di servizi aggiuntivi oltre alla maggior pulizia del suo audio. Tuttavia il problema dei GSM è quello di poter disturbare il corretto funzionamento di numerose apparecchiature elettroniche.
HDTV
televisione ad alta definizione (High Definition TV)

Uno standard proposto negli Stati Uniti che richiede il raddoppio dell’attuale numero di linee che compongono il quadro di un’immagine televisiva. Riferendosi sempre allo standard americano, questo significa passare da 525 righe a 1050, modificando anche le proporzioni tra larghezza e altezza del monitor, portandole dagli attuali 12:9 a 16:9 che è simile alla struttura di uno schermo cinematografico.
HPC
personal computer che può stare in una mano (Handheld Personal Computer)

Un personal computer portatile più piccolo di un notebook e molto leggero. Ha tipicamente una forma rettangolare (lunga e stretta) che richiama più o meno le dimensioni di un portafoglio per signora. Dotato di tastiera miniaturizzata, un sistema di puntamento sostitutivo del mouse, di un display a cristalli liquidi monocromatico oppure a colori, Alcuni handheld PC usano software sviluppato ad hoc come Windows CE, una versione ridotta di Windows NT.
HTML
linguaggio per la codifica degli ipertesti attraverso marcatori (HyperText Markup Language)

Il linguaggio utilizzato per realizzare i documenti ipertestuali di Internet. Si tratta di un gruppo di 37 marcatori che indicano al browser come visualizzare la pagina e permettono di stabilire collegamenti tra una parola o un intero blocco di testo e un’altra pagina Web, magari memorizzata su un server remoto.

Per creare un qualsiasi sito in Internet occorre conoscere quindi l’HTML, un linguaggio essenziale studiato per velocizzare il trasferimento dei dati e la navigazione.

HTTP
protocollo di trasferimento per ipertesti (HyperText Transfer Protocol)

Il protocollo di trasferimento usato per convogliare su Internet le pagine di World Wide Web e concepito espressamente per consentire la creazione di collegamenti ipertestuali tra documenti. Le quattro operazioni svolte in sequenza dal protocollo HTTP sono: connessione con il server che contiene il documento, richiesta del documento, recupero della pagina interessata attraverso la risposta del server e chiusura della connessione. Questo ciclo viene ripetuto per ciascuna pagina richiesta.
IP
protocollo di Internet (Internet Protocol)

Il principale strumento per la comunicazione di pacchetti su una rete Internet. IP convoglia l’indirizzo del mittente e del destinatario di ogni pacchetto. Un esempio d’indirizzo IP è 197.56.190.11. Ogni rete nel mondo e ogni macchina all’interno di quella rete deve disporre di un proprio indirizzo non duplicabile.
ISDN
rete numerica integrata nei servizi (Integrated Services Digital Network)

Uno standard internazionale per convogliare voce, video e dati in formato digitale sulla linea telefonica usando interfacce comuni alle quali possono essere collegati diversi tipi di apparecchiature: telefono, fax, computer e via dicendo. Viene vista come alternativa alle linee telefoniche commutate analogiche di tipo classico. In casa dell’utente arrivano uno o due doppini telefonici classici che terminano su una particolare apparecchiatura d’interfaccia.
ISP
fornitore di servizi Internet (Internet Service Provider)

Una società che fornisce accesso a Internet ad aziende e a clienti privati. Offre servizi di vario tipo, tra cui la posta elettronica, e dispone di una connessione diretta con le linee di accesso internazionali. Per raggiungere gli utenti sul territorio nazionale utilizza POP (Point of Presence) gestiti direttamente oppure corsorziati. Detto anche Internet Network Service Provider quando ha dimensioni ragguardevoli e offre il proprio servizio in diversi stati.
JPEG
comitato unitario degli esperti fotografici (Joint Photographic Experts Group)

Un comitato di esperti in materia fotografica e nell’elaborazione delle immagini che ha codificato una tecnica di compressione che riduce fino a un centesimo le dimensioni di un’immagine digitalizzata, riducendone il dettaglio. La riduzione è scarsamente percettibile oppure del tutto invisibile perché si eliminano quel tipo d’informazione visiva che si ripete di frequente (ad esempio i punti dello stesso colore che compongono lo sfondo e i riempimenti dell’immagine), mantenendo invece le informazioni poco ripetute che sono più importanti nella composizione generale dell’immagine.
KNI
istruzioni nuove del processore Katmai (Katmai New Instructions)

Un insieme di 70 nuove istruzioni integrate nel processore Pentium II Katmai e in tutti gli altri processori Intel prodotti dal 2000 in avanti. Sono simili alle istruzioni MMX poiché s’indirizzano alle applicazioni multimediali, ma a differenza di queste ultime permettono di lavorare anche sui numeri in virgola mobile, il che significa entrare nel dominio delle applicazioni e dei giochi 3D. Alla pari delle istruzioni MMX, utilizzano il parallelismo interno del processore per eseguire la stessa istruzione contemporaneamente su gruppi di dati differenti
LAN
rete locale (Local Area Network)

Una rete d’interconnessione tra diversi computer entro un’area delimitata dai muri dell’edificio o dal perimetro dello stabilimento in cui viene installata, oppure dal raggio di pochi chilometri nel caso in cui non esistano confini di riferimento precisi. Consente lo scambio diretto di dati in formato elettronico tra più di due computer. Esistono diversi tipi diversi di rete locale, ma sono tutti accomunati dal fatto di trasmettere dati ad alta velocità (da 100 Kbps a 1 Gigabit per secondo). Come mezzo di connessione si usano cavi in rame, fibra ottica o canali radio.
LCD
display a cristalli liquidi (Liquid Cristal Display)

Una tecnologia di fabbricazione dei display che per produrre un’immagine utilizza filtri polarizzati e celle di cristalli liquidi al posto di uno schermo fosforescente bombardato da un fascio di elettroni (vedi CRT). In origine questi schermi erano solo monocromatici, ma oggi ne esistono anche versioni a colori. Gli LCD vengono usati comunemente sui computer portatili. Tutti i display che usano cristalli liquidi vengono costruiti sovrapponendo a mo’ di sandwitch sette strati fondamentali.
LED
diodo a emissione di luce (Light Emitting Diode)

Un particolare tipo di componente elettronico che, alla pari di tutti i diodi, lascia passare la corrente in una direzione sola, ma che, nel farlo, emette una luce più o meno intensa con una bassissima emissione di calore. E’ ideale come indicatore in un circuito elettrico a bassa tensione e viene utilizzato come luce spia in molte componenti dei moderni personal computer. Può anche costituire la base di display a segmenti che visualizzano informazioni di tipo alfanumerico su apparecchiature elettroniche di vario tipo.
MIDI
interfaccia digitale per gli strumenti musicali (Musical Instrument Digital Interface)

Un protocollo standard per scambiare informazioni musicali tra strumenti, computer e sintetizzatori (dispositivi elettronici che simulano il funzionamento di vari strumenti musicali). Anziché trasmettere voluminosi file contenenti un campionamento del suono che si vuole riprodurre o che si vuole registrare, il computer si limita a scambiare comandi lunghi pochi byte che definiscono la nota in tutti i suoi attributi primari: altezza, volume, durata, modalità di esecuzione (ad esempio vibrato) e tipo di strumento che la produce.
MJPEG
Motion JPEG

E’ uno standard per la compressione utilizzato per ridurre le dimensioni dei filmati digitalizzati. Agisce sui singoli fotogrammi della sequenza video. Il rapporto di compressione è definibile a piacere, ma è bene non superare il limite di 20:1 per non deteriorare la qualità. E’ il sistema JPEG applicato ai filmati anziché alle immagini fotografiche.
NTSC
comitato nazionale per gli standard televisivi (National Television Standards Committee)

Lo standard televisivo americano che prevede la generazione di un quadro composto da 525 righe che viene trasmesso 30 volte al secondo. Viene utilizzato negli USA, in Giappone, in Canada, nell’America Centrale e in circa metà dell’America Latina.
OEM
costruttore di apparecchiature originali (Original Equipment Manufacturer)

Chi fabbrica prodotti hardware che commercializza con il proprio marchio e che sono in qualche modo diversi da quelli dei suoi concorrenti.
OpenGL
linguaggio grafico aperto (Open Graphics Language)

Il linguaggio e lo standard software sviluppati da Silicon Graphics per le applicazioni grafiche tridimensionali di tipo professionale. E’ molto comune in ambito Unix, ma sta trovando rapida diffusione anche nel mondo Windows NT. Viene utilizzato anche da alcuni giochi per personal computer, i quali richiedono però speciali driver da montare sulla scheda grafica.
PAL
linea ad alternanza di fase (Phase Alternating Line)

Uno standard europeo per la trasmissione televisiva che consiste nel trasmettere un segnale analogico che rappresenta 625 linee sullo schermo alla velocità di 25 fotogrammi interlacciati al secondo (nella prima passata le righe dispari e nella seconda le righe pari) cioè 50 mezzi quadri (fotogrammi) al secondo. La trasmissione del colore è accurata e non richiede la presenza sul televisore di una regolazione delle tinte. La tecnica PAL è nata in Gran Bretagna nel 1961 ed è stata adottata anche in Italia.
PCI
bus di connessione dei componenti periferici (Peripheral Component Interconnect)

Pronunciato "p-si-ai". Un bus locale a 32/64 bit per personal computer sviluppato da Digital Equipment, IBM, Intel e altri, che fornisce una connessione ad alta velocità tra CPU e schede di espansione. Viene chiamato bus locale perché si collega direttamente alla CPU lavorando alla stessa velocità di quest’ultima. Il PCI è stato usato praticamente su tutte le macchine dotate di processore Pentium Pro, su tutti i sistemi Pentium prodotti dal 1994 in avanti e anche su molte macchine 486 sviluppate a partire dallo stesso periodo. La velocità massima consentita è di 266 MByte per secondo se s’impiegano schede di espansione con connettori a 64 bit.
PCMCIA
associazione internazionale per la standardizzazione delle schedine di memoria per personal computer (Personal Computer Memory Card International Association)

L’associazione che governa gli standard per le schedine di espansione per computer portatile. Pronunciato "pi-si-em-siaiei". Un’associazione senza fini di lucro che riunisce circa trecento costruttori di hardware allo scopo di definire uno standard per le schedine di espansione in formato carta di credito, PC Card, che oggi vengono utilizzate in molti notebook e che possono essere inserite o rimosse dall’esterno senza aprire la macchina e, spesso, senza nemmeno spegnerla.
pixel
elemento dell’immagine (picture element)

Il più piccolo tra gli elementi che vengono visualizzati su uno schermo. La più piccola area dello schermo che possa accendersi e spegnersi e variare d’intensità indipendentemente dalle altre. Il monitor è fisicamente suddiviso in migliaia di minuscoli punti luminosi ciascuno dei quali corrisponde a un pixel. Su uno schermo monocromatico il pixel è composto da un solo punto che può cambiare unicamente nell’intensità luminosa. Su uno schermo a colori il pixel è composto da tre punti, uno per il rosso, uno per il verde e uno per il blu, che combinandosi producono qualsiasi colore, di variabile intensità.
PnP
inserimento con configurazione automatica (Plug and Play)

La tecnologia mediante la quale Windows 95 riconosce e configura automaticamente la maggior parte delle periferiche e delle schede di espansione collegate a un personal computer. L’aggiunta di un lettore di CD-ROM, di un monitor, di una stampante di un disco rigido conformi alle specifiche PnP non richiede altro che la creazione della connessione fisica tra l’oggetto e il computer, o poco di più. Il sistema operativo, in abbinamento alla logica PnP presente nel BIOS e nel dispositivo medesimo, si occupa di predisporre i canali di IRQ, gli indirizzi di memoria e di I/O e tutti gli altri parametri tecnici necessari, così da garantire che il dispositivo aggiunto non entri in conflitto con quelli già esistenti.
ppm
pagine per minuto (page per minute)

L’unità di misura con cui si esprime la velocità di una stampante. Di solito è indicato se si tratta di pagine in bianco e nero (con il 5% di copertura dell’inchiostro rispetto al bianco) oppure di pagine a colori (con la percentuale di copertura indicata di volta in volta).
PSTN
rete telefonica commutata pubblica (Public Switched Telephone Network)

La classica rete telefonica che ciascuno di noi usa per mettersi in contatto con gli interlocutori più diversi e dove basta conoscere il numero del destinatario per poterlo raggiungere con una telefonata oppure con una chiamata via modem: è la centrale che segue il lavoro di commutazione (di selezione dei percorsi) per metterci in contatto con l’apparecchio giusto. Usa linee di tipo analogico anche se gran parte delle centrali sono ormai digitali. Per questo motivo richiede l’impiego di un modem (modulatore/demodulatore) per la trasmissione e la ricezione di dati in formato binario (il tipo prodotto da un computer).
RAM
memoria ad accesso casuale (Random Access Memory)

Termine generico che identificare la memoria a lettura/scrittura usata in tutti i computer moderni. Si tratta di un componente in cui è possibile registrare temporaneamente bit e byte per poi rileggerli e che serve da deposito per immagazzinare i dati da elaborare e le operazioni che vanno eseguite sugli stessi. Nella RAM sono anche depositati i risultati parziali delle operazioni, che a quel punto diventano i dati di input per le operazioni successive. Le informazioni possono essere scritte, cancellate e riscritte sempre con la stessa velocità, senza che l’efficienza diminuisca col crescere delle riscritture. L’accesso è casuale perché le informazioni vengono recuperate sempre con la stessa velocità indipendentemente dalla posizione in cui si trovano all’interno di questa memoria.
RGB
rosso verde blu (Red Green Blue)

Un sistema cromatico basato sulla combinazione di rosso, verde e blu per produrre tutti i colori possibili. Questi tre colori si sommano per produrre varie tinte e varie intensità come avviene sullo schermo della televisione dove il singolo punto luminoso è ottenuto illuminando con diversa intensità tre punti fosforescenti vicini tra loro e colorati appunto di rosso, verde e blu. Quando tutti e tre i punti raggiungono la massima intensità si ottiene il bianco, quando sono invece tutti spenti si ottiene il nero.
rpm
giri al minuto (revolutions per minute)

Unità che misura la velocità di rotazione dei dischi rigidi. I dischi EIDE migliori ruotano a 5.400 rpm, mentre quelli più economici ruotano a 4.500 rpm. I dischi SCSI arrivano anche a 7.200 rpm.